Political News

venerdì, giugno 15

LA INSOSTENIBILE FATALITA' PER I RAGAZZINI DI VIA DEI MILLE

giugno 15, 2018

LA INSOSTENIBILE FATALITA' PER I RAGAZZINI DI VIA DEI MILLE

giugno 15, 2018
E’ possibile immaginare cosa significhi vedere bruciare, nell’arco della durata di un’alba, due figli e tutta la casa intera? E’ possibile pensare, senza rabbrividire, al momento in cui, dopo avere salvato i due più piccoli, scappare a prendere gli altri due, senza riuscirci?
Questi terribili incidenti , in genere, succedono in abitazioni sgangherate, senza sicurezza alcuna, quasi vocate al disastro. Qui invece siamo di fronte a un corto circuito avvenuto all’interno di una casa borghese, allocata in un prestigioso palazzo di via dei Mille, dotata di tutti i comfort, rifinita tutta in legno e abitata da sei persone: Gianmaria Messina, rampollo di una famiglia di imprenditori, gli Orlando del negozio Vog, la sua giovane moglie, Letizia Battaglia e quattro bambini: Raniero, Filippo, Francesco e Tancredi.



Sono le quattro del mattino quando Gianmaria viene svegliato da qualcosa di inquietante; la sua famiglia dorme con lui al piano di sopra nella zona letto. Presa consapevolezza della tragedia che stava maturando, insieme alla moglie, sveglia i due piccoli e li porta in salvo. Poi risale trafelato per afferrare gli altri due ma Raniero,il bimbo più grande, già avvolto in un coperta bagnata, si rifiuta di scendere se non prima il fratellino Filippo è con loro; attimi che volano via, intrappolando senza pietà i due ragazzini.
Intanto il fuoco devasta tutto l’ appartamento, sopra e sotto, lasciando  i due genitori affranti e persino a piedi nudi. Tutto il collegio Ignatianum, frequentato dai quattro bambini, piange per l’atroce sorte toccata ai loro compagnetti di classe.
Un folto capannello di persone sosta davanti al palazzo di via dei Mille, impietrite dalla tragicità dell’evento. Cosa è successo?, si domandano in tanti. Pare che un condizionatore sia andato in tilt, in cucina.



Avrebbero dovuto essere nella villa di Ganzirri i bambini, con le nonne, come da tradizione. Ma Raniero avrebbe dovuto sostenere oggi gli esami di terza media. Così, per una notte, hanno deciso di dormire nella casa di Messina. Come non credere ad una  brutale fatalità? Adele Fortino
E’ possibile immaginare cosa significhi vedere bruciare, nell’arco della durata di un’alba, due figli e tutta la casa intera? E’ possibile...

lunedì, giugno 11

domenica, giugno 3

lunedì, maggio 28

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive