Political News

venerdì, luglio 20

CECILIA, PARKINSONIANA ATTRAVERSA A NUOTO LO STRETTO.. CON SUCCESSO

luglio 20, 2018

CECILIA, PARKINSONIANA ATTRAVERSA A NUOTO LO STRETTO.. CON SUCCESSO

luglio 20, 2018
Cecilia Ferrari,  sportiva testimonial della lotta al morbo di Parkinson, ha attraversato lo Stretto insieme ad altri 19 atleti e l’ha fatto con successo. Non è la prima volta che qualcuno  affronta lo “Scillecariddi” di d’arrighiana memoria, superando gli insidiosi gorghi che fanno ribollire il mare tra Sicilia e Calabria.



 L’ha fatto pure Beppe Grillo ma gli obbiettivi del’inventore dei cinque stelle non assomigliano neppure un po’a quelli di Cecilia Ferrari: l’uno propagandava un movimento dove imperava una sorta di becero populismo; l’altra ha voluto dimostrare che, di fronte a una malattia neurodegenerativa, al di là dell’uso dei farmaci sui quali la ricerca non è andata avanti in maniera significativa, si può fare molto con la forza di volontà e l’esercizio fisico. In pratica, il movimento dei parkinsoniani migliora molto in acqua e comunque serve per bloccare la degenerazione dei neuroni, contrastando la mostruosa forza con la quale Mister P. tenta  di rendere il soggetto che lo ospita goffo, incerto, con una postura scorretta e soprattutto lento. Di una “lentezza” che non ha niente a che veder con quella descritta  da Milan Kundera, lo scrittore ceco che sostiene la positività dei ritmi lenti, importanti per indurre alla riflessione



. Spiega la dott. Francesca Morgante, di radici messinesi  ricercatrice presso la St George’s University di Londra, un esempio classico di cervello in fuga (dalla modestia provinciale della “periferia dell’impero”), spiega appunto che Cecilia, affetta da Parkinson giovanile , ha subìto un intervento di Stimolazione Cerebrale Profonda che l’ha messa in condizioni di condurre un’esistenza quasi normale, aiutata da una imponente forza di volontà. Quello che Morgante raccomanda ai suoi pazienti è di fare un’ora di movimento al giorno, passeggiate palestra tapis roulant, con ciò contrastando la diminuzione della levodopa, causa del morbo di Parkinson. E, soprattutto non demordere mai, attivando "quell’ottimismo della volontà"di marca gramsciana. Adele Fortino 
Cecilia Ferrari,  sportiva testimonial della lotta al morbo di Parkinson, ha attraversato lo Stretto insieme ad altri 19 atleti e l’ha fat...

venerdì, luglio 6

venerdì, giugno 29

mercoledì, giugno 27

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive