giovedì, giugno 14

LA RUGA DI ELSA FORNERO




Tutti, quando vedemmo per la prima volta la Fornero, fummo pervasi da grassa soddisfazione perché, alla vacua levigatezza della Carfagna, il nuovo governo opponeva un reticolo di rughe, finalmente simbolo del pensiero forte. Poi la ministra cominciò a operare, da ferocissima pedagoga, da maestrina senza cuore.



E noi pensammo alla fisiognomica aristotelica: quella linea ravagé tra le sopracciglia, il fitto codice a barre sul labbro superiore, esibito effetto di comportamenti teutonici, di psicologia turbata. Ma perché, pensammo, la Fornero non si fa prestare un poco di botox dalla Carfagna? 



Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive