martedì, luglio 30

CROCETTA IL PAPPAGONE DELLA SICILIA



La luna di miele con i media nazionali per Rosario Crocetta si è dissolta in un mare di fiele. Vi racconto un distillato di purissimo e salvifico veleno, sparso sul capo finto-corvino, del presidente siciliano, da Pietrangelo Buttafuoco sul “Foglio” di ieri l’altro; e, di seguito, il corrosivo fondo di Aldo Grasso sul Corriere di ieri.

Sostenuto dal “professionista dell’antimafia” Peppe Lumia (che meglio sarebbe definire il “carrierista dell’antimafia”) e da Antonello Montante (che ogni tanto si appalesa Calante), capo si Confindustria Sicilia, il Nostro viene definito dallo scrittore di destra ( se ancora queste categorie hanno un senso) un Fanfarone, un Impostore, un Vantone, un Finto Rivoluzionario, un Furbone, un Ignorante, infine un Pappagone. Sì. Crocetta,il Pappagone di Sicilia.


L’incipit di Aldo Grasso è trachant. Crocetta è un politico che ha trasformato la sua bocca (molliccia, aggiungo io, e slabbrata) in un Megafono. E, di seguito ricorda a Crocetta la figuraccia con l’ambasciatore degli Stati Uniti Thorne, le furbastre schizofrenie sul Muos di Niscemi (che gli hanno attirato feroci critiche dai grillini, quelli dello sbandierato <modello Sicilia>), e infine il tentativo di fuga, posto in essere alla conclusione di un’aspra polemica con il Pd, minacciando di correre per la segreteria nazionale del Partito Democratico. In cauda venenum: Grasso invita i siciliani a <portare la Crocetta>.

Permane invece ancora la luna di miele con i media siciliani. E ciò per doppio ordine di motivi: in primis perché il vertice siciliano eroga pubblicità istituzionale che varia di peso a seconda degli umori del momento. E, in secondo luogo, perché tutti i mezzi di informazione regionali, ma dico tutti, aspettano da un momento all’altro che si converta in legge il ddl, firmato da Lino Leanza, che darà facoltà a Crocetta di premiare i buoni e castigare i cattivi. Avrà un cadeau supplementare “La Sicilia” di Catania, dove trionfa il TonyZermo-pensiero. Col quale trionfano quattro argomenti preferiti: il Ponte di Messina, il casino di Taormina, le puttane di San Berillo e il presidente Crocetta.


Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive