giovedì, agosto 29

LA MINCHIATA DI ACCORINTI

Accorinti si è “crocettizzato” in linea definitiva. L’ultimo annuncio è di questo tenore: “Chiuderò al passaggio dei Tir la rada S.Francesco e il molo Norimberga, e manderò i mezzi pesanti a Tremestieri, imponendo loro di approdare non a Villa S.Giovanni bensì a Reggio Calabria”.
A fronte di simile minchiata (tutti vogliamo i tir fuori dalla città! È chiaro)  viene da obbiettare, in primis, che tale diktat non sta nei poteri di un sindaco. Il quale può soltanto mandare un plotone di vigili urbani presso la rada S.Francesco o presso il molo Norimberga acciocchè fermino tutti i mezzi pesanti, elevino loro la multa e li rispediscano a Tremestieri. Il resto è soltanto fuffa, aria fritta. Una furbata. Atta a preparare il terreno  perché, quando, tra qualche mese, sarà agibile a Tremestieri anche la seconda invasatura e quindi i mezzi pesanti saranno smaltiti in un battibaleno, lui possa dire, alla maniera crocettiana, “Il merito è tutto mio”. Chiudiamo con una chicca che la dice lunga sulla ignoranza amministrativa dell’attuale sindaco: per quanto riguarda la rada S.Francesco, esiste già un’ordinanza sindacale che regolamenta l’afflusso dei tir; per il Norimberga invece è impossibile spostare le navi a Tremestieri, per via del pescaggio. Allora che facciamo, azzeriamo le autostrade del mare,  vanificando il ruolo del porto di Messina?

Il fatto tragico è che Accorinti, nello spasmodico tentativo di sciogliere i nodi storici della città, a colpi di annunci, si è bevuto il cervello e purtroppo è rimasto..assetato. La sfortuna però, questa volta, ha voluto che Lucio D’Amico, il suo entusiasta “addetto stampa”, sia in vacanza e quindi Accorinti si è perso foto e titolone sulla Gazzetta in apertura di cronaca. Pazienza! Alla prossima..minchiata.

1 commento:

  1. Buonasera Signora, da qualche giorno mi sono "imbattuto" in qualche suo "delirio" giornalistico - uno su tutti - ad esempio quello della sua "fantomatica" presenza domenicale allo stadio in occasione della prima di campionato del Messina. Sono certo che lei non sappia la differenza tra una sfera ed un ellissoide e quindi sarebbe bene che, più che parlare di calcio e sparlare del "signor Accorinti", si dedicasse a qualche giornalino (la prego non parrocchiale, visto le sue volgarità linguistiche)di gossip più che "atteggiarsi" ad opinionista. Non so chi siano i suoi "padrini" politici e non mi interessa saperlo. E' davvero strepitoso come "una certa stampa" si sia svegliata dopo cinquant'anni e cominci a criticare anche "il pelo nell'uovo" (i tifosi non l'anno cagato...)pensando di fare uno "scoop" degno da premio Pulitzer.

    RispondiElimina

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive