lunedì, agosto 26

RIECCO VIOLANTE DUE


Non sa più cosa inventarsi l’onorevole Violante per acciuffare l’agognata poltrona di giudice costituzionale. Tempo fa, a Orvieto, sentenziò: “Il reato di concorso esterno va rivisto”, beccandosi gli applausi di Alfano, Bondi e Dell’Utri; successivamente, in combutta con Quagliarello, definì tutti coloro che solidarizzavano con Ingroia, una “canea”. Oggi si unisce alle amazzoni di Berlusconi che sostengono la non costituzionalità della legge Severino.

Del resto è umano: nel 2005 fu tagliato fuori dal Palazzo della Consulta causa le decisione del Caimano tesa a rendere la pariglia alla sinistra che, nel 2002, si era opposta all’elezione di Filippo Mancuso. E’ da quel dì che aspetta…..ed è da quel dì che si  inabissato per emergere soltanto quando si tratta di offrire un cadeau a Silvio. Del resto, perché gridare allo scandalo? Così fan tutti.

Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive