mercoledì, ottobre 30

ANCHE FERLISI, NEL SUO PICCOLO, SI INCAZZA

La vulgata racconta che, sul caso Tir in città, abbia in questi giorni spadroneggiato la Trimurti- Ferlisi, Pizzino, Mondello-. Che oggi pare si sia evaporata. I fatti sono noti: la giunta Accorinti, constatata la anarchia con cui i mostri della strada raggiungono gli imbarcaderi, apre un tavolo per trovare una soluzione. Si decide che il sistema dei pass (imposto da Buzzanca nel 2010) è inefficace e si arriva a una nuova decisione: i Tir andranno tutti a Tremestieri e attenderanno il loro turno. Trascorsi 60 minuti di attesa, su disposizione dei vigili urbani, si trasferiranno o al porto storico o a San Francesco. Tale soluzione appaga l’ansia ambiziosa di Ferlisi, il suo protagonismo e, in assoluto, il buon senso. Ma Ferlisi vuole strafare ed essere lui il Dominus: quindi, piuttosto che concedere il permesso di raggiungere gli imbarcaderi alternativi a quello di Tremestieri, dopo un’ora, di imperio fa aspettare gli autotrasportatori fino a due ore. Si determina un’incazzatoria furibonda. Questa mattina, la Giunta Accorinti, resasi finalmente conto che per governare sistemi complessi ci vuole intelligenza, flessibilità e perizia, toglie lo scettro del comando a Ferlisi e lo passa al caposcalo del Terminal di Tremestieri. Apriti cielo: Ferlisi, si dimette all’istante decidendo di andare a fare l’avvocato e tutto il popolo duro e puro dei “No Tir” condanna l’operato di Accorinti, definito “sensibile ai poteri forti”.  (Leggasi Franza). A me piacerebbe schierarmi dalla parte di Ferlisi, stante il profondo disinteresse che nutro per Accorinti-sindaco e il viscerale rifiuto di una circolazione resa tossica dalla violenta presenza dei mostri della strada. Ma in questa vicenda trovo intanto che il sindaco abbia ottenuto un piccolo successo nel fare aumentare agli armatori le corse di Tremestieri fino a 35 al giorno, ciò che ha determinato un minore afflusso di mezzi pesanti nel cuore della città; e, in subordine, ha compreso che una maggiore perizia nel gestire il transito dei Tir ce l’ha senz’altro il caposcalo del Terminal di Tremestieri. Se il gagliardo Comandante dimissionario avesse,a tempo debito, tirato fuori del cappello del prestigiatore i vigili urbani, per controllare i pass, tutto questo non sarebbe successo.

Dunque, con la morte nel cuore , dico: Bravo Accorinti!.

Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive