martedì, novembre 5

CHE NOIA LA PACE DI ACCORINTI!!!!!

Accorinti ha ottenuto il risultato che si era prefisso e che aveva programmato nei dettagli: una serie di trafiletti sui giornali nazionali, qualche articolo sui siciliani, alcune citazioni pro o contro su facebook, un paginone sulla Gazzetta, divenuta, nel tempo, suo personale ufficio stampa. Forse lui è stracontento così; forse questo è il massimo cui lui aspira, forse, per usare una sua locuzione un po’ grossier, “si sta continuando a scialare”. Ma cosa ha concluso, con la sua sortita a piazza Municipio? Essere fedele a se stesso, recitare il suo personaggio (esile come la carta velina ma grossolano come la carta-pasta, in verità), glorificare il suo indomito narcisismo, continuare nella esibizione di sé, alzando di volta in volta l’asticella della provocazione, dai piedi nudi alla maglietta stracciona, dall’abbraccio libidinoso ai tombini allo sproloquio sempliciotto dinnanzi alle forze armate. E poi? Il nulla. Il vuoto, l’indifferenza di una città stanca di stupidate, la noia dei maitre à penser che non chiosano più, il silenzio dei soggetti intermedi (chiesa, sindacati, associazioni imprenditoriali, ordini professionali). Nessuno ha da dire alcunché: né sul discorso rozzo da lui imbastito in un contesto sbagliato, né sull’ovvia osservazione che i doveri istituzionali di un sindaco non possono essere svenduti in modo così plebeo all’interno di una cerimonia celebrativa, stucchevole finchè si vuole tuttavia degna di uno straccio di rispetto. Ora, un accadimento sta per mettere a dura prova la sua (ancora non dimostrata) capacità organizzativa: centinaia e centinaia di migranti stanno per per essere dirottati a Messina. Che farà Accorinti? Andrà in maglietta a raccontare loro di essere contro la guerra?

Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive