lunedì, giugno 9

LA NUOVA BRUTTEZZA DI MESSINA

Questa Messina sembra essere entrata in una dimensione surreale e atarassica: la politica è finita, la maggioranza non si distingue dall’opposizione, la società civile si avvoltola nel proprio “particulare”, rassegnata a galleggiare in uno stagno, le strutture culturali sono silenti, ma soprattutto è l’immagine della città a presentare tratti di straccioneria, di sciatteria, di imbruttimento. 

E’ come se la presenza di Accorinti al vertice di Palazzo Zanca abbia determinato un effetto-specchio: lui, a piedi scalzi e vestito di pezze, riflette un contesto urbano polveroso, inattivo, imbarbarito. Pensateci bene: quali sono le novità concrete che possiamo rilevare a Messina? Certamente amministrare è faticoso, impone tempi lunghi per sciogliere nodi intricati; ma ciò che appare, ciò che si vede, è “quasi” il nulla. E quel “quasi” si riferisce a due realizzazioni: l’isola pedonale e le aiuole del viale della Libertà, lungo la linea del tram.

L’isola intorno a piazza Cairoli si è rivelata una boiata pazzesca: desolata, senza fascino, vuota di pensiero e di realizzazioni. Il simbolo è rappresentato dalle bici che fungono da fioriere contenenti alcuni gerani stenterelli, il kitsch unito alla povertà di pensiero. Poi, particolare da non sottovalutare, ci hanno aperto un negozio di frutta-non frutta,  di frutta finta, di frutta morta che deprime lo spirito e provoca pulsioni suicidarie. 

Lo scenario è più desolante sul viale della Libertà: in piccole strisce di terra fanno appassita mostra di sé, lantane già morenti e gigliacee in procinto di abbassare il capino, perché da quando sono state piantate non ricevono un goccio di acqua. Il risvolto assurdo di tali iniziative è che nelle due aree citate, piazza Cairoli e Viale della Libertà, il traffico è sconvolto. Palle mostruose di veicoli camminano a passo d’uomo, il caldo ci mette la sua e il cittadino imbottigliato in scatole ardenti, si chiede, incazzato: “Cui prodest?”.


Adele Fortino


Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive