mercoledì, gennaio 21

IL PAPA POP E I MALIGNI SPERMATOZOI

Questo nostro Papa Pop, per il quale io vado letteralmente pazza a causa del suo linguaggio disinibito, in questi ultimi giorni, specie se si trova su un aereo, forse per vincere la noia dei voli transcontinentali, prende a parlare con i giornalisti come se fosse nel tinello di casa sua. Passi per i “pugni” promessi a chi offende sua madre (fuor di metafora, la religione), passi per i “calci” che ipotizza di sferrare ai corrotti, ma quando si inoltra nel “discorso sul coniglio”, allora la questione si fa spinosa. E già, perché imporrebbe un discorso SERIO sulla contraccezione. Tema rispetto al quale la Chiesa è sempre stata chiusa, chiusissima, riottosa a permettere i preservativi persino nel paese africano devastato dall’Aids.



Infatti, quando erano di moda le barzellette, girava una storiella mirata a descrivere i problemi in cui si dibattevano i cattolici che da un lato apprezzavano il ristoro sessuale ma dall’altro,  erano costretti a ricorrere a metodi fantasiosi per evitare tanto prole indesiderata quanto peccati. Dice un amico all’altro: “Sai, ho scoperto un metodo infallibile per non fare figli”, e qual è, chiede speranzoso l’interlocutore. “Assumete una limonata fresca, tu e la tua signora”. Ma quando?, incalza l’amico, prima o dopo il rapporto? “Invece”.
 Bergoglio, che è persona seria, non può fare come Renzi, tutto annunci e niente norme. Se ritiene che i cattolici non debbano assomigliare a dei conigli (immaginate il super-coniglio Del Rio-9 figli- come sarà stato contento dell’osservazione papale?)deve fornire loro una regola chiara e sicura, da utilizzare alla bisogna, buttando alle ortiche Ogino e Knaus, la temperatura basale, i periodi fertili e le prudenti strategiche “uscite” prima che il maligno spermatozoo, con due colpi di coda, si faccia strada  verso l’ignaro ovulo. Adele Fortino


Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive