venerdì, agosto 28

CINGHIALI INVADONO MESSINA E CROCETTA VARA UN DECRETO-LEGGE , MONUMENTO ALL'INUTILITA'

Messina è assalita dai cinghiali.E nessuno sa come muoversi. Quando in un casolare delle Madonie un uomo perse la vita sbranato appunto da un gruppo di bestie affamate, il presidente Crocetta tuonò con veemenza: ”Applicheremo immediatamente il piano di abbattimento” e, di corsa fece un decreto-legge, affidando all’Ente Parco il compito di abbattere gli animali attraverso l’azione del corpo forestale. Una decisione alla Crocetta, verrebbe da dire, posto che il  corpo forestale siciliano non ha risorse economiche, non ha controllori. Commenta Piero Fici ricercatore di Marsala che ha partecipato a un progetto di abbattimento dei cinghiali in Calabria: “La Regione siciliana non ha mai voluto recepire la legge nazionale che istituisce un albo controllori, atto a fare un censimento delle bestie, una precisa zonazione, un prospetto di quanti esemplari abbattere anno dopo anno. Gli Enti Parco che sono retti da funzionari regionali non hanno mai affrontato il problema e da tre anni prorogano una normativa non in linea con gli indirizzi nazionali”.



Anna Giordano, Componente del WWF , spiega nei dettagli. “I cinghiali devono essere totalmente eradicati. Perché sono una specie alloctona introdotta nel tempo in zone dove non esistono predatori (nel caso dei cinghiali, i lupi). Il loro abbattimento deve essere effettuato da forze dell’ordine, poi si dovrebbero analizzare le carni e se risultano sane si possono donare a indigenti o a enti di beneficenza”.

Intanto, mentre il governo cincischia, il prefetto Trotta chiama in causa il sindaco Accorinti, il quale a sua volta sostiene l’estraneità del problema ai suoi compiti istituzionali, i cinghiali, attratti dall’olezzo dei rifiuti sparsi dappertutto in città, spinti anche dalla fame, entrano nel tessuto urbano, impaurendo la popolazione e inducendo i cittadini  a un “fai da te” che drammatizza viepiù il problema. All’emergenza rifiuti si somma oggi l’emergenza cinghiali. Se la città non è in grado di uscire da una emergenza come fa a fronteggiarne due? Adele Fortino

Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive