mercoledì, dicembre 2

IL MIELE DEL MIRACOLO

Qualche settimana fa, all’improvviso,  mi raffreddai. Tossetta siccagna e fastidiosissima, naso che colava a tinchitè. Viene a trovarmi una mia nipotina che ha la capacità di raccogliere nel suo carniere esistenziale una serie di rimedi miracolosi, rigorosamente naturali e al di fuori dalla farmacopea ufficiale. Mi porta un vasettino di miele e mi consiglia di assumerne un cucchiaino scarso, raso diciamo. Eseguo e dopo due minuti, dico due minuti, scompare lo stimolo stizzoso alla gola e si blocca il raffreddore. Da quel momento non faccio che recarmi, di domenica, al mercatino di piazza del popolo, per acquistare la “medicina” fantastica in favore dei miei amici. La compro da Sabrina che presiede una bancarella alla sinistra dell’entrata da via Porta Imperiale. Vende pure pane squisito e biscotti etnici con finocchietto e anice che somigliano a dei guizzanti serpentelli.



 Ma torniamo al miele. È prodotto da un’azienda alimentare di Galati Mamertino (Emanumiele) e oltre alla sostanza base (miele di eucalipto) contiene cristalli di mentolo e propoli. Elementi questi che servono per lenire l’apparato respiratorio e per aumentare i poteri di difesa dell’organismo. Il costo di tale ben di dio? 5 euro. Se siete raffreddati compratelo. Ma compratelo anche se non siete raffreddati, contro l’ansia. Adele Fortino






Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive