venerdì, febbraio 12

MESSIN' TUTA, PEDIBUS, FLOTTA COMUNALE, MONETA LOCALE E' LA FANTASIA AL POTERE,BELLEZZA

Di “Messin….Tuta” ha detto tutto un mirabile sfottò di Antonello Caporale sulla prima pagina del “Fatto”. In verità, l’Assessore Sebastiano Pino ancora non si era esibito in botte di sbrigliata fantasia, né io trovo da ridire sulla validità della trovata atta a migliorare il benessere psico-fisico dei cittadini messinesi. Trovo semplicemente velleitario che questa Giunta che non riesce a mettere in piedi gli impianti sportivi derelitti (per non parlare delle casse vuote,mense scolastiche in sofferenza, frane, carenza di acqua, sanità claudicante) e che, soprattutto non riesce a mantenere i marciapiedi della città senza mattonelle sconnesse, si preoccupi poi di tonificare i nostri muscoletti resi asfittici dalla sedentarietà.


Non è la prima volta che la Giunta Accorinti si esprime con delirante creatività. In principio ci fu il PedibuS. Si immaginava una sorta di autobus umano, composto di bambini sorvegliati da due genitori muniti di palette e giubbotti, con capolinea, fermate, percorsi, orari. Fico, no? Bene, progetto perito dopo la prima attuazione pratica. E che dire della Flotta comunale? L’ideona fu di Renatuccio. Si formò una Commissione che ipotizzasse un progetto per pedoni e mezzi gommati allo scopo di baipassare il servizio privato “in fase di crescente peggioramento”. La delibera che prescriveva studi di fattibilità, problemi tecnici, normative e profili economici giace schiantata sotto strati di polvere. E concludiamo la carrellata con la proposta dell’Assessore Tonino Perna sulla moneta complementare messinese. Per carità, anche questa una pensata affascinante. Tutti ci ricordiamo la Brixton pound che dal 2009 sostituisce nel sobborgo di Londra la sterlina britannica. Ha promosso l’economia locale, ha creato un sistema di supporti tra i commercianti e ha aiutato la produzione e i servizi locali. Ma che ne  è stato, poi, da noi?


A fronte di questa effervescenza di idee fantastiche, Messina, la città che si fregia di avere la Giunta degli onesti, è stata bocciata sulla corruzione, da Cantone: maglia nera per la città dello Stretto, perché ha sbagliato a inserire il rapporto annuale in pdf (mentre invece avrebbe dovuto inserirlo sulla piattaforme resa disponibile dall’Anac). Pubblica amministrazione distratta.

Del resto non era distratto Accorinti nei suoi rapporti formali (e conflittuali) con il Prefetto Trotta? E non è stato vieppiù distratto quando ha dimenticato di recarsi al Rettorato dov’era fissata la riunione per la Falce, facendo imbufalire Piatro Navarra, di solito english nei suoi comportamenti? Sì, è vero, siamo di fronte a (brillanti) idee astratte partorite da (incompetenti) amministratori distratti. Adele Fortino  

Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive