venerdì, aprile 1

IL 17 APRILE ANDIAMO A VOTARE SI

La norma ad fidanzatum sollecitata dall’ormai ex ministra Guidi che svela mandanti e beneficiari di un emendamento al decreto Sblocca Italia, prima scomparso poi risorto in Senato, d’intesa con Maria Elena Boschi, la dice lunga sui veri motivi che hanno portato il nostro amato premier a cercare di spegnere la partecipazione al referendum sulle trivelle. Renzi, in realtà, ha due buoni motivi per osteggiare il quesito referendario del 17 aprile (quello per abrogare la norma che permette di prolungare -fino a esaurimento del giacimento- la durata delle concessioni di ricerca di idrocarburi entro le 12 miglia marine). Un primo motivo sta nel voler favorire le lobbies del petrolio e nel rifiutare di cedere ai fondamentalismi ecologisti; il secondo motivo sta nel tentativo di risultare vincente nella eterna battaglia tra renziani e antirenziani, per vincere la quale c’è bisogno del “quorum” del 50%. Se gli organizzatori della consultazione riescono a portare alle urne la metà del corpo elettorale avranno vinto, se quella soglia non sarà toccata i vincitori saranno i sostenitori del “no”, i nemici del referendum.




Io personalmente sono per il “sì”. E aderisco pienamente a quel cartello fantastico sbandierato qualche giorno fa :”il mare ‘nsi spurtusa”. Accanto alle motivazioni squisitamente ambientaliste, contaminazione, concentrazione di mercurio, la devastante tecnica dell’airgum (esplosioni di aria compressa che incidono negativamente sulla fauna marina e quindi sulla pesca), mi fa letteralmente terrore il fenomeno dell’abbassamento del suolo marino (la costa dell’Emilia romagna di è abbassata di 70 centimetri a Rimini e di oltre un metro a Cesenatico). Abbassamento che in una terra come la nostra vocata ai terremoti è terribilmente pericoloso. Sapete qual è la sensazione? Mi sembra che mi manchi il terreno sotto ai piedi. Conclusione: il 17 aprile andrò a votare e voterò “SI”. Adele Fortino

Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive