venerdì, settembre 30

QUATTRO CAVALLI BIANCHI E LA ...FAMOSA GIORNALISTA


Stavo attraversando, l’altro giorno, la via Garibaldi. L’aria era cristallina e i turisti, portati da una grandissima nave da crociera, colorati e vocianti. Vedo venire verso di me una carrozza trainata da quattro sontuosi cavalli bianchi e il pensiero mi corre ai funerali di Maria Costa, omaggiata del dono di essere trasportata dalla speciale vettura, da Franco Molonia. E, mentre pensavo a quanto poco attenta fosse questa città nei confronti dei beaux gestes (nessun giornale aveva sentito il bisogno di pubblicare la foto dello stupendo funerale), sento una voce squillante di chiaro stampo siculo che grida:..”famous journalist Adele Fortino!!!!”.




 Sbalordita guardo la carrozza che intanto mi aveva superato e mi accorgo che la voce squillante era di una guida col cappellino rosso. Sorridente col braccio rivolto alla mia persona, a suo modo, stava indicando ai poveri turisti ignari, una “specialità” della città dello Stretto. Il fatto  sconvolgente accade un attimo dopo: trascinata dall’entusiasmo, stordita dal sole settembrino, glorificata nel mio narcisismo e avendo smarrito un minimo di autoironia, mi trovo ad agitare tutte e due le mani verso la carrozza, in segno di condiscendente bonomia, sentendomi come Hillary Clinton nel giorno della  nomination a Presidente degli Stati Uniti. Che figura di merda! Adele Fortino

Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive