giovedì, marzo 16

L'AMORE DI ACCORINTI PER LA BORGHESIA MESSINESE

E’ stato fatto a striscioline, ma con garbo. E’stato preso a sberle, ma con civiltà. E’ stato contestato, ma con grazia. E’stato evocato con rabbia, ma senza insulti.
Questa (non richiesta) passerella non deve essere piaciuta a Renato Accorinti, il sindaco dal narcisismo patologico e dalla paranoica tendenza a inventarsi realtà inesistenti, sempre e soltanto teso alla ricerca affannosa di una telecamera, di un microfono, di un palcoscenico.


 Il copione del  clamoroso disvelamento è stato scritto e interpretato da Gino Sturniolo e Nina  Lo Presti, i due consiglieri comunali famosi per essersi dimessi a fronte della delusione procurata loro dall’agire politico del Vertice Amministrativo. Che, sin dall’inizio del suo mandato, piuttosto che realizzare una vera democrazia dal basso si è invece fatto attrarre dalle sirene di una borghesia opportunista e ipocrita.



Quale l’ arma usata da questi eroi di coerenza politica? Un libro, con una foto emblematica in copertina. “Assolto per non aver compreso il fatto” è il titolo del saggio (ed. Armando Siciliano). Sì, un saggio che descrive con serietà e precisione di dettagli un pezzo di storia cittadina: a partire dal Nodo Principe, quello di dare vita, nel contesto dissestato delle casse cittadine, al Piano di riequilibrio (ancora sepolto in un polveroso cassetto  ministeriale) piuttosto che la dichiarazione di default, come promesso e sbandierato in campagna elettorale. Si è preferito privilegiare alcuni creditori di Palazzo Zanca, questo è l’assunto degli Autori, piuttosto che fare un’operazione di chiarezza, essenziale per ridare slancio la città.


Gli Autori dovrebbero fare un ultimo sforzo: inviare una copia del loro lavoro ai giornalisti delle testate nazionali che hanno parlato in modo entusiasta di Accorinti. Essi (De Gregorio, Iacona, Travaglio, persino  Lerner ecc.),  pensavano di mostrare un fenomeno di…sindaco, laddove invece finivano col fare soltanto pessima informazione. Spia di certo giornalismo abborracciato che si usa oggi in questo Paese. Adele Fortino

Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive