mercoledì, marzo 21

CALL CENTER ENIGAS LUCE: TELEMARKETING SELVAGGIO

Da dieci giorni a questa parte sono vittima di un lavoratrice di un call center di Arezzo per la società Eni Gas e Luce, telefono 0575 1485291.
 Dopo una prima telefonata, nel corso della quale io  NON fui categorica nel rifiutare l’offerta, intravista la possibilità di poter fare breccia sul mio spirito (sono di solito gentile nell’esprimere un categorico rifiuto a qualsiasi approccio perché consapevole che i dipendenti dei call center sono sottopagati e sfanculati), la tenace creatura mi chiama tre quattro volte al giorno facendo squillare il telefonino più e più volte di seguito, tanto da costringermi a spegnerlo per non cadere in una sterile esasperazione.



Potrei iscrivermi nel Registro delle Opposizioni, come consiglia la legge del dicembre 2017. Ma lo  feci, qualche anno fa,  per il telefono fisso, inutilmente, tanto che ora non rispondo più al fisso e pago la bolletta mensile soltanto per l’Adsl.
Con buona pace dei 5S che, a seguito di una proposta online risultata, un anno fa, molto votata (divieto di chiamate commerciali sui numeri privati), in campagna elettorale si sono ben guardati dal parlarne. E questa sarebbe la loro democrazia diretta…
Il succo di questo raccontino? Siate categorici nel rifiutare tutte le offerte. So di penalizzare una categoria infelice di lavoratori ma ci si deve rendere conto, e mi riferisco sopratutto alle aziende, che questo selvaggiume deve finire . Adele Fortino

Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive