venerdì, giugno 29

EMANUELA ORLANDI E PAPA FRANCESCO

IL mondo cattolico cade spesso nella fascinazione della Doppia Morale. Anche Papa Bergoglio, stimato e osannato dai più, cade in questa trappola. Prendiamo il caso della scomparsa, 35 anni fa, di Emanuela Orlandi, vicenda della quale si è occupata la stampa mondiale, la magistratura e, in questi giorni, la rivista Micromaga, diretta da Paolo Flores d’Arcais .




Nessuno ha potuto sciogliere tutti i nodi intricati dentro i quali si muove questa storia. Si potrebbe anche pensare che Emanuela, questa quindicenne figlia di un dipendente del Vaticano, possa essere ancora viva in qualche parte del mondo. Tuttavia esiste un fascicolo preziosissimo negli uffici papali che raccoglie documenti  scottanti che farebbero chiarezza sulla sorte toccata alla sfortunata ragazza.



Quando però Pietro Orlandi, il fratello di Emanuela, che sta spendendo la sua vita nella ricerca della Verità, speranzoso che l’arrivo di Papa Francesco avrebbe fatto irrompere la luce su fatti inquietanti e criminosi, avvicinò Bergoglio nel corso di una cerimonia, il Papa, amato da tutti per la sua limpidezza, per il suo sguardo rivolto soprattutto agli ultimi, ha risposto laconico: “Emanuela è in Cielo”. Il che, da un lato rivelò a Pietro che la sorella era morta ma dall’altro gli fece crollare  le illusioni di conoscere la Verità. Inghiottita dalle trame losche di una parte del Palazzo-Simbolo del Cattolicesimo italiano.



E’ possibile che anche Bergoglio sia caduto nella ipocrita trappola della verità di comodo?
La magistratura,  nella persona di  Giuseppe PIgnatone, Procuratore Generale di Roma, ha archiviato velocemente, nonostante fossero emersi altri indizi sui quali indagare. Ciò che ha indotto Pietro Orlandi a concludere indignato: “Io so chi ha rapito Emanuela, è un sistema che lega Stato, Chiesa e criminalità, sistema che dopo 35 anni e tre Papi, impedisce una ricostruzione vera della scomparsa di mia sorella”. Adele Fortino

Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive