mercoledì, giugno 27

"LA GLICINE" SALVATA DALLE DONNE

Si è increspata la superficie, in genere paludosa, di questa città. E, dopo l’increspatura si è visto un movimento sempre più dinamico, più coinvolgente, più denso. Così, molti messinesi si sono uniti nel pay off “Prova a dire Cirs” (copyrightt Graziella Lombardo)e hanno donato circa settantamila euro quale caparra per l’acquisto della Casa Famiglia La Glicine che, da trent’anni costituisce una “tana” per ragazze con un’esistenza complicata.




La Capa è Maria Celeste Celi, è noto il suo impegno nel sociale, ma accanto altre donne sodali (da Aura Notarianni avvocata a Graziella Lombardo giornalista e un intero staff di ragazze) si sono date , con tenacia e passione,  alla costruzione di eventi che potessero ottenere
risultati in termini economici. Lavorando sodo, da febbraio ai nostri giorni, hanno coinvolto personaggi conosciuti a livello nazionale, Frassica, la Cuccarini, e locali. La città si è mossa: l’ordine dei Medici ha recitato raccogliendo consensi, anche un gruppo di avvocati è andato in scena per dare un contributo alla causa, il Rotary ha organizzato un’asta di solidarietà vendendo quadri dei nostri migliori artisti.





Lungo e articolato il ricordo di Adolfo Celi, grande attore di radici messinesi, di cui si sono raccolti cimeli, film, fotografie ricostruendo la sua vita pubblica e privata. Anche la classe imprenditoriale ha reagito con generosità offrendo qualche contributo più sostanzioso; ma, leggendo la lista dei donatori (sul sito www.cirsmessina.it) è commovente scoprire che ci sono bonifici anche solo di cinquanta euro, il che la dice lunga sul grado di sensibilità dimostrato da molti cittadini.
Non è finita qui. Perchè per raggiungere la caparra richiesta dalla banca entro il mese di dicembre bisogna raccogliere una somma pressoché uguale a quella fin qui conquistata.
Ma Maria Celeste, Aura e Graziella sono tre Donne. E, in quanto tali,vinceranno.  La Glicine rimarrà al Cirs, con il suo carico di preziosissimo aiuto per ragazze e bambini maltrattati dalla vita. Adele Fortino

Nessun commento:

Posta un commento

Recent

recentposts

Lettori fissi

Random

randomposts

Blog Archive